Condividi

Fabbricato rurale, BARLETTA

bene numero 1

Condividi
  • bene immobiliare
    R - Fabbricato rurale
  • descrizione
    Lotto unico unico complesso recintato di fondi rustici posti in agro di barletta in contrada"orazio candido", con accesso dalla via foggia n. 92 (s.s. n. l6”adriatica”) con fabbricato principale composto da piano rialzato ad uso abitazione e dal sottostante piano cantinato ad uso deposito (in parte realizzato in assenza del titolo abilitativo edilizio), e altro fabbricato costituito da solo piano terra ad uso deposito ed ufficio(realizzato in assenza del titolo abilitativo edilizio); le opere abusive realizzate non sono condonabili. il complesso dei fondi rustici ed i fabbricati sono allibrati nel comune di barletta come segue: - nel catasto dei terreni con gli identificativi: foglio di mappa 12, particelle: 210, 192, 211, 214, 208, 209, 207, 634, 635, 636, 195,206, 783, 787, 788, 513,193,212,213,194,858,858 sub.1; foglio di mappa ll, particelle: 349, 751 della superficie catastale complessiva di mq. 1.4763. - nel catasto dei fabbricati con l'identificativo: foglio di mappa 12, particella 858 sub. 2., via foggia n.46, piano t.,categoria a/7, classe 2,consistenza vani 5,5,r.c. € 852,15.
  • indirizzo
    contrada"Orazio Candido" BARLETTA , BARLETTA ANDRIA TRANI PUGLIA

dettagli lotto

  • numero del lotto
    lotto unico
  • BASE D'ASTA
    675.643,00
  • AUMENTO OFFERTE
    13.513,00
  • MODALITÀ DEPOSITO
    Le offerte per partecipare a tale vendita, dovranno essere depositate presso lo studio del professionista delegato, entro e non oltre le ore 12,00 del 1.10.2012. modalita’ e condizioni riguardanti la generalita’ delle vendite delegate e indelegate i - vendite senza incanto offerta. a) l’offerta, irrevocabile salvi i casi dell’art.571 co.3, dovrà essere presentata, nel luogo e nel termine indicati nell’estratto di avviso, mediante deposito, anche ad opera di persona diversa dall’offerente, di busta chiusa, all’esterno della quale dovranno risultare il giorno per l’esame delle offerte, il nome dell’eventuale professionista delegato nonchè il nome (previa identificazione) di colui che materialmente deposita la busta. b) l’offerta dovrà contenere: b.1) cognome, nome, luogo e data di nascita, codice fiscale/partita i.v.a., domicilio, stato civile, recapito telefonico di chi sottoscrive l’offerta (il quale avrà altresì l’onere di presentarsi il giorno fissato per l’esame delle offerte ai fini della partecipazione all’eventuale gara prevista dalla legge). in caso di offerente coniugato in regime di comunione dei beni, vanno indicati anche i corrispondenti dati del coniuge. in caso di offerente minorenne, l’offerta va sottoscritta dai genitori previa autorizzazione del giudice tutelare; b.2) dati identificativi del bene a cui si riferisce l’offerta; b.3) prezzo offerto, non inferiore al prezzo base indicato nell’ordinanza di vendita; b.4) termine, non superiore a sessanta giorni dall’aggiudica¬zione, per il versamento del saldo del prezzo e degli ulteriori oneri, diritti e spese conseguenti alla vendita; in mancanza di indicazione, il termine si intenderà di sessanta giorni; b.5) la dichiarazione espressa di avere preso visione della perizia di stima; b.6) ogni altro elemento utile alla valutazione dell’offerta; cauzione. con l’offerta dovrà essere versata cauzione mediante inserimento nella busta di uno o più assegni circolari non trasferibili intestati alla cancelleria esec. immob. tribunale di trani o al delegato, di importo complessivo pari al 10% del prezzo offerto; inefficacia dell’offerta. sarà inefficace l’offerta: a) pervenuta oltre il termine fissato per la presentazione; b) inferiore al prezzo base; c) non accompagnata dalla cauzione. esame delle offerte e deliberazione sulle stesse. l’esame delle offerte e la deliberazione sulle stesse avverranno, presso la cancelleria o presso il luogo stabilito dal delegato, il giorno non festivo immediatamente successivo alla scadenza del termine fissato nell’estratto per la presentazione delle offerte, all’ora ivi indicata. in caso di pluralità di offerte valide, si procederà a gara sulla base dell’offerta più alta. ii -vendite con incanto. casi di vendita all’incanto. nei casi di cui all’art.569 co.3 c.p.c., si procederà alla vendita con incanto, allo stesso prezzo base già determinato per la vendita senza incanto e con i rilanci minimi determinati dal g.e. o dal delegato, nello stesso luogo fissato per la vendita senza incanto, nel giorno e nell’ora indicati nell’estratto dell’avviso di vendita. cauzione. per offrire all’incanto sarà necessario ­depositare presso lo stesso luogo indicato per l’incanto, entro le ore 12 del giorno non festivo precedente quello dell’incanto, una somma, a titolo di cauzione, pari al 10% del prezzo base d’asta, mediante deposito di assegno circolare non trasferibile intestato alla cancelleria o al delegato. svolgimento dell’incanto e aggiudicazione. la vendita all’incanto e l’aggiudicazione avverranno secondo quanto previsto dagli artt.579 e segg. c.p.c.. in caso di offerte dopo l’incanto, alla nuova gara potrà essere ammesso, oltre all’offerente in aumento, all’aggiudicatario e agli offerenti al precedente incanto, anche chiunque altro vi abbia interesse, previo versamento o integrazione della cauzione nella misura di legge; assegnazione. ogni creditore è ammesso a presentare istanza di assegnazione, per il caso in cui l’incanto non abbia luogo per mancanza di offerte, entro i dieci giorni antecedenti la data fissata per l’incanto. iii – altre modalita’ e condizioni fondo spese. nel stesso termine stabilito per il pagamento del prezzo, l’aggiudicatario dovrà depositare un fondo spese, pari al 15% del prezzo di aggiudicazione (salve integrazioni), a copertura delle spese poste a suo carico. in particolare sono a carico dell’aggiudicatario le spese necessarie al pagamento delle imposte, alla voltura e alla trascrizione del decreto di trasferimento nonchè alla cancellazione di iscrizioni ipotecarie e di trascrizioni di pignoramenti. finanziamenti. i partecipanti alle vendite hanno la possibilità di ottenere finanziamenti da banche convenzionate, il cui elenco aggiornato è disponibile sul sito internet www.abi.it; condizioni di vendita. la vendita: a) ha luogo nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano i beni, con tutte le eventuali pertinenze, accessioni, ragioni ed azioni, servitù attive e passive; b) è a corpo e non a misura, sicchè eventuali differenze di misura non potranno dar luogo a risarcimenti, indennità o riduzioni di prezzo; c) non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, sicchè eventuali vizi, mancanza di qualità, difformità e oneri di qualsiasi genere (es. oneri urbanistici, spese per l’adeguamento di impianto alle leggi vigenti, spese condominiali non pagate dal debitore), anche se occulti, inconoscibili o comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo a risoluzioni, risarcimenti, indennità o riduzioni di prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni. rinvio. per tutto quanto non previsto si applicano le vigenti disposizioni di legge.
  • DATA UDIENZA SENZA INCANTO
    02/10/2012 ora 09:30
  • DATA UDIENZA CON INCANTO
    16/10/2012 ora 09:30
  • STATO ASTA
    attiva
  • LUOGO VENDITA
    Presso l’aula d’udienza del tribunale di trani, piazza trieste 1, i piano
  • DATA VENDITA
    16/10/2012
  • NOTE
    Ulteriori informazioni c/o lo studio del professionista delegato sito in galleria pisani,9- andria- tel.0883.565525 o consultando il sito www.astegiudiziarie.it.

dettagli procedura

  • Tribunale
    Trani
  • n° registro
    269/1999
  • registro
    EI Esecuzioni Immobiliari
  • delegato
    Giuseppe Bonadies
  • telefono delegato
    0883.565525
  • data pubblicazione
    01/08/2012

aste simili

Statistiche